lunedì 15 aprile 2019

Lezioni di Cartomanzia con Luana - Il Papa

(Il Papa) Illustrazione di Luana La Strega

Il Papa

L'Arcano numero cinque dei Tarocchi ci appare di sicuro più rassicurante del precedente.

Il Papa è illustrato sulla carta seduto sul suo trono, veste in modo lussuoso, di fronte a lui due figure inginocchiate, due fedeli, che lui benedice e consiglia con saggezza. 
Questo arcano rappresenta la figura più spirituale e religiosa dei 22 Arcani Maggiori.  

Come persona è il padre o lo sposo di età avanzata, un sacerdote, una personalità spirituale di rilievo.
In Amore rappresenta il matrimonio religioso per eccellenza, o una pace sentimentale grazie all'aiuto di una persona amica, un uomo.  
Nel lavoro, le professioni ecclesiastiche, il volontariato e tutte quelle professioni legate alla religione ed alla filosofia in genere.  
Nel campo della salute, le articolazioni della mano, le aritmie cardiache e la pressione arteriosa.
Il periodo designato dalla carta è il mese di Aprile. 
Il giorno Giovedì.
Astrologicamente rappresenta il segno del Toro.
Il colore è il bordeaux ed il porpora.
La pietra agata verde e avventurina.
 
Rituale: Questa carta posta sul comodino del letto, protegge il matrimonio religioso, donando pace ed alleviando le tensioni di coppia.

mercoledì 3 aprile 2019

Gli Angeli ci parlano, leggi questo storia vera..

 

Gli Angeli ci parlano.

Gli Angeli sono sempre fra noi.. Chiamateli come volete: entità, spiriti, disincarnati.. Ma quando uno spirito è buono ci protegge sempre e comunque.

Certo ci sono casi dove le entità non sono proprio positive, ma dipende dalla persona, se nella mente aleggiano spesso pensieri negativi, si compiono rituali senza conoscere nulla a riguardo, si potrebbe attirare qualcosa di poco luminoso, anche il semplice gioco del bicchierino è una strada per attirare a se spiriti poco evoluti e fastidiosi, quindi fate attenzione a quello che fate e non lamentatevi dopo.

Alcune persone fungono da porta, un passaggio fra i due mondi, attirano le anime a loro, spesso nemmeno lo sanno, anzi nella maggior parte dei casi è così, se vi è già capitato contattate qualcuno e studiate l'argomento, e non fate nessun tipo di esperimento da soli! Siete avvisati.

Ma torniamo agli Angeli, loro sono parte dell'iconografia Cristina, hanno diversi nomi, gerarchie e gradi, proprio come un esercito celeste, ma non vorrei parlarvi di questo, ci sono tanti libri a riguardo che poi vi consiglierò.
L'argomento di oggi sono gli Angeli comuni, quelli che ti senti accanto, che ti lasciano messaggi, che ti consigliano dal cuore. Questi Angeli li abbiamo tutti accanto, ci vegliano, ci proteggono, ed anche se non siamo credenti, loro sono li.. In tanti sentono qualcuno di caro accanto, una persona che abbiamo amato quando era in vita, amo chiamarli anche loro Angeli, sono anche loro entità benefiche. A tal proposito vi voglio raccontate una storia vera, una signora che conosco e che frequento mi ha confidato di sentire e vedere suo marito defunto, con dolcezza mi ha raccontato:

 "Lo sento quasi ogni mese mio marito, spesso si sdraia accanto a me nel letto, mi abbraccia. Una volta mi ha appoggiato la sua mano sulla spalla, era fredda, mi sono emozionata e allo stesso tempo angosciata, perché mio marito aveva sempre le mani fredde in vita.."

Incuriosita le ho chiesto come è iniziato tutto questo:

"La prima volta ho intravisto una figura nebbiosa, era la sua silhoutte, più scura della luce fioca della mia camera da letto, una figura che alzandosi dal mio letto è uscita dalla finestra, ... Mio marito quando arriva, se ne va sempre dalla finestra".

Gli ho chiesto se ha mai provato ad interagire con lui:

"Ho tentato di parlargli, chiedendogli di aiutarmi, che senza di lui mi sento sola e che mi manca, gli ho domandato se può in qualche modo interagire favorendomi, ma lui mi ha detto "non posso", me lo ha detto con il pensiero, ho sentito la sua riposta nel cuore, non nella testa, nel cuore..". 

La signora senza saperlo mi ha confidato una grande verità, ovvero che la voce del marito la sentiva provenire dal cuore, infatti le sensazioni divine, superiori, contrariamente a quanto si possa credere, arrivano dal cuore, quante volte ci è capitato di ricevere una sensazione e di sentirla ne petto? Dal semplice presagio, all'amore per una persona.
Il petto è il centro dell'Anima, perché è li che lei risiede.

E voi avete mai ricevuto messaggi da qualche Angelo? Sono sicura di si, perché tutti noi come dicevo siamo circondati da Angeli che ci vegliano e proteggono. Se vi farà piacere condividere la vostra testimonianza su questo blog, scrivetemi in privato a luanalastrega@hotmail.it 

Luana La Strega



venerdì 29 marzo 2019

Marie Robinson ed il pettirosso, un segnale dal cielo.



In Inghilterra, una Mamma, Marie Robinson, mentre visitava la tomba di suo figlio Jack, morto a soli quattro anni per un cancro al cervello, ha ricevuto la visita di un piccolo pettirosso, che da prima ha cominciato a svolazzare sulle tombe limitrofe, per poi posarsi sul suo piede ed in seguito sulla sua mano.
Marie Robinson ha subito pensato ad un segnale del suo piccolo Jack, che tramite il pettirosso gli ha fatto visita proprio nel giorno dell'anniversario della sua morte..


Anche a me piace pensare che sia un segnale dal cielo, anche perché il pettirosso è il simbolo della rinascita, nel cristianesimo è colui che accompagna le anime nel regno dei morti. C'è anche una leggenda britannica che affida al pettirosso il compito di seppellire i morti dispersi nei boschi, ma i suoi significati non terminano qui così oggi vi saluto con questo racconto che ho trovato in Il Giardino segreto di Frances Hodgson Burnett 

La leggenda del Pettirosso e del Natale.
Un piccolo uccellino grigio divideva la stalla a Betlemme con la Sacra Famiglia. La notte, mentre la famiglia dormiva, l’uccellino notò che il fuoco che li scaldava stava per spegnersi.
Così, per tenere caldo il piccolo, volò verso le braci e tenne il fuoco vivo muovendo le ali per tutta la notte.
Il mattino seguente l’uccellino fu premiato con un bel petto rosso brillante come simbolo del suo amore per Gesù Bambino.



Le pietre dei desideri

Le pietre dei desideri

Le pietre dei desideri che cosa sono? Ne hai mai sentito parlare? Oggi voglio parlarvi del loro significato, come trovarle, sceglierle ed usarle.

Prima di tutto dovete trovarne una, avviene un poco come cercare un quadrifoglio, se ti cade l'occhio e lo vedi, quello è un segnale di fortuna, di casualità, di sincronismo, in quel momento lo dovevi trovare, perché L'Universo ha deciso che ne hai bisogno ed allora te lo invia a suo modo.

Ma dove puoi trovare le pietre dei desideri? Prima di tutto non si trovano con facilità, è raro vederne una, ma se capita è un ottimo segnale! Le rive dei fiumi sono luoghi dove è più facile vederne, ma anche le strade sterrate, i prati con cumuli di ghiaia, proprio come è successo a me! (vedi foto).

La pietra dei desideri
Perché una pietra dei desideri sia efficace, è importante che abbia una riga bianca che la circondi senza interruzioni, anche più linee vanno bene, purché siano continue tutte attorno al perimetro del sasso, la migliore è più efficace è quella con una linea unica, una sorta di cintura che circonda la pietra, che comunque in tutti i casi dovrebbe essere stondata, ovoidale.

Una volta che avete trovato la vostra pietra dei desideri potrete formulare il vostro desiderio, di solito è meglio formularlo al momento che la tenete in mano per la prima volta, il desiderio quasi sicuramente si esaudirà, ma una leggenda che si tramanda da Strega a Strega, racconta che se il tuo desiderio lo userai a favore di qualcun' altro, tutti i tuoi desideri si esaudiranno.

Un'altra procedura per chi trova la pietra dei desideri è quella di formulare il desiderio, e poi liberarsene gettandola in acqua dando le spalle al fiume, mare o lago.

Forza allora! Mettetevi alla ricerca della vostra pietra!

Luana La Strega